Guido Berlucchi

CERCA PRODOTTO
 

Nel 1955 il giovane e vulcanico enotecnico Franco Ziliani divenne consulente del gentiluomo di campagna Guido Berlucchi. Berlucchi cercava un persona capace di migliorare il suo Pinot del Castello e trovò invece il partner per un’avventura di gusto che avrebbe modificato il destino della Franciacorta.
Franco Ziliani venne quindi eletto a padre del Franciacorta dai vignaioli locali ed ha condotto l’azienda Guido Berlucchi nel nuovo Millennio, un territorio di nuove e coinvolgenti sfide. Con la successiva generazione, la Guido Berlucchi è diventata un’azienda familiare fortemente radicata nel suo territorio ed è insieme alfiere del vessillo del Franciacorta e del made in Italy fuori dai confini nazionali.
Lunga è la strada prima che le uve diventino un Franciacorta. I grappoli di Chardonnay e Pinot Nero, raccolti a mano e sistemati in cassette da 20 chilogrammi, arrivano al centro di spremitura dove, divisi per lotti omogenei in base a varietà, a vigneto e caratteristiche analitiche, sono collocati in presse a piatto inclinato dove avviene la spremitura delicata e progressiva.
I mosti, limpidi e fragranti, sono frazionati in quattro selezioni e dopo la decantazione a freddo svolgono la fermentazione alcolica in tini d’acciaio inox o in barrique di rovere.
Alcuni vini base, dopo la fermentazione alcolica e, raramente, malo-lattica, sono sottoposti a bâtonnage, che aggiunge struttura e ricchezza aromatica. Le basi riposano quindi in acciaio o in legno, costantemente analizzate e degustate prima dell’assemblaggio.
A gennaio dell’anno seguente lo staff tecnico inizia le prove di assemblaggio. Dopo il tiraggio, le bottiglie sono accatastate nelle cantine storiche, custodite per il tempo della rifermentazione e della successiva maturazione sui lieviti, da 18 mesi fino a 6 anni. Al remuage e alla sboccatura segue un ulteriore affinamento, e la bottiglia è finalmente pronta per la degustazione.

Visualizzazione di tutti i 4 risultati

Telefono: 0689237232
Roma, 00165
Via Innocenzo XI, 48